Congresso annuale dell'Associazione dei flebologi della Russia: "Questioni di attualità della flebologia", Yaroslavl, 27-29 maggio 2021

Alla fine di maggio 2021 a Yaroslavl, sotto gli auspici dell'"Associazione dei flebologi della Russia", uno degli eventi principali nel mondo e nella flebologia domestica, si è svolta la conferenza scientifica e pratica "Questioni di attualità della flebologia".

I principali flebologi del Centro Flebologico Innovativo hanno partecipato a un evento così significativo. Hanno presentato relazioni interessanti su temi flebologiche scottanti. Dmitry Anatolyevich Fedorov ha fatto un rapporto: "EVLK: ieri, oggi, domani !!!", in cui ha parlato delle prospettive per lo sviluppo della flebologia laser in Russia. Vladimir Vyacheslavovich Raskin ha riferito sulle possibilità dei metodi endovascolari per il trattamento delle vene varicose dopo la trombosi venosa superficiale.

Presidium della conferenza AFR a Yaroslavl 2021

Presidium della conferenza AFR a Yaroslavl 2021

 

Un discorso di benvenuto è stato tenuto da Anatoly Nikolayevich Gulin, vicepresidente del governo della regione di Yaroslavl, capo del dipartimento della sanità e della farmacia della regione di Yaroslavl.

Discorso di benvenuto del vicepresidente del governo della regione di Yaroslavl Gulin A.N.

Discorso di benvenuto del vicepresidente del governo della regione di Yaroslavl Gulin A.N.

 

La conferenza è stata aperta da Igor Aleksandrovich Suchkov, chirurgo cardiovascolare, professore, presidente dell'Associazione dei flebologi della Russia.

Suchkov I.A. riporta. Presidente dell'AFR (Ryazan)

Il presidente dell'AFR, Suchkov I.A. (Ryazan)

 

Igor Aleksandrovich ha anche presentato il messaggio: "Trattamento chirurgico della trombosi venosa cronica-1", in cui ha espresso approcci moderni al trattamento delle vene varicose.

Igor Nikolaevich Ignatovich, chirurgo vascolare, dottore in scienze mediche, professore, Università medica statale bielorussa (Minsk, Bielorussia), ha presentato il messaggio: "Confronto tra i risultati della conservazione o dell'obliterazione della grande safena nel trattamento delle vene varicose gli arti inferiori».

Igor Nikolaevich ha presentato uno studio sull'efficacia della tecnica ASVAL in pazienti con un diametro medio della grande safena non superiore a 6 mm. Sembra che per una valutazione più equa dei risultati dello studio, fosse necessario utilizzare vene varicose di uguale diametro a confronto degli approcci. Cioè, usare ASVAL ed EVLK con miniflebectomia in pazienti con parametri simili dei vasi venosi.

Sergey Mikhailovich Belentsov, chirurgo cardiovascolare, dottore in scienze mediche, professore (Ekaterinburg), ha presentato diversi rapporti. "Obliterazione adesiva non termica nelle malattie venose croniche: risultati immediati ea lungo termine".

Belentsov S.M., professore (Ekaterinburg) riferisce

Il professor S.M. Belentsov riferisce. (città di Ekaterinburg)

 

Sergey Mikhailovich ha condiviso la sua esperienza positiva nell'uso dell'obliterazione della colla nella sua pratica clinica. Il prossimo messaggio del Dr. Belentsov: "Modi per migliorare i risultati estetici nella flebologia moderna", è stato dedicato alla lotta contro le teleangectasie. Sergei Mikhailovich ha proposto l'ingrandimento ottico per la microleroterapia e la sua combinazione con la coagulazione laser percutanea per ottimizzarne la rimozione.

Ivan Nikolaevich Shanaev, Candidato di Scienze Mediche, (Ryazan), ha presentato il messaggio: "Sulla questione dell'efficacia della legatura delle vene perforanti mediante tecniche chirurgiche aperte". Roman Evgenievich, sulla base del materiale sezionale, ha dimostrato la complessità delle relazioni anatomiche e topografiche nel campo delle vene perforanti nel contesto dell'uso di varie tecniche chirurgiche per il trattamento delle vene varicose.

Sergey Vladimirovich Maksimov, flebologo, candidato alle scienze mediche, (Dmitrov), ha presentato il messaggio: "Esperienza di obliterazione con cianoacrilato delle vene perforanti".

S.V. Maksimov riferisce. (città di Dmitrov)

S.V. Maksimov riferisce. (città di Dmitrov)

 

Sergey Vladimirovich ha dimostrato l'esperienza del suo centro di flebologia nella rimozione delle vene perforanti mediante l'obliterazione adesiva. Discutendo contro i vantaggi e gli svantaggi di questa tecnica, possiamo dire:

  • La tecnologia adesiva può essere considerata un'alternativa all'obliterazione termica, con alcune riserve.
  • Oggi non è possibile riconoscere l'obliterazione del cianoacrilato come riferimento per lavorare con i perforatori per una serie di ovvie ragioni.

Olga Vladimirovna Poznyakova, flebologa, angiologa (Minsk, Bielorussia), ha presentato il messaggio: “Obliterazione laser endovenosa isolata dei tronchi della vena safena. Risultato quinquennale”.

Rapporti di OV Poznyakova. (Minsk)

Rapporti di OV Poznyakova. (Minsk)

 

La dottoressa Poznyakova ha espresso un'idea tutt'altro che nuova di termo-obliterazione isolata delle grandi vene in varie forme di vene varicose. Il risparmio di tempo per la miniflebectomia, con sclerobliterazione ritardata delle vene varicose, è una soluzione abbastanza comune in molti centri flebologi. I vantaggi di un tale schema tattico sono piuttosto controversi.

Sania Nailevna Odinokova, chirurgo cardiovascolare, flebologo, (Mosca), ha presentato il messaggio: "Obliterazione adesiva cianoacrilica delle vene degli arti inferiori: l'esperienza di un centro". La dott.ssa Odinokova ha condiviso i risultati del lavoro del centro flebologico sull'esempio delle cancellazioni adesive di 245 bacini venosi. Sania Nailevna ha riportato un'obliterazione riuscita nel 98,7% dei casi. Una reazione simile alla flebite si è sviluppata nel 12,5% dei pazienti. Ricanalizzazione segmentale della vena bersaglio e risposta infiammatoria granulomatosa al punto di ingresso sono state registrate in 2 pazienti (1,3%). Probabilmente, questo esperimento può essere considerato un successo per l'obliterazione del cianoacrilato.

Sergey Nikolaevich Kornievich, flebologo, angiochirurgo, vicepresidente della Società baltica di flebologia, (Minsk, Bielorussia), ha presentato il messaggio: "Obliterazione laser endovenosa della grande vena safena con un laser a diodi 1940 nm".

S.N. Kornievich riferisce. (Minsk)

S.N. Kornievich riferisce. (Minsk)

 

Sergei Nikolaevich ha condiviso i risultati di uno studio clinico su 43 pazienti (46 pool venosi) di obliterazione termica utilizzando un laser a diodi 1940 nm. Il Dr. Kornievich ha affermato i risultati positivi del trattamento EVLO, lasciando dubbi sulla scelta del regime energetico. In effetti, 10 W, anche per le fibre a due anelli, sono ovviamente troppi.

Rustem Ginyatullaevich Chabbarov, Candidato di Scienze Mediche, (Saratov), ​​​​ha presentato il messaggio: "Applicazione del principio di" radicalismo crescente "nel trattamento dei pazienti con vene varicose degli arti inferiori". Rustem Ginyatullaevich ha proposto il trattamento per stadi, l'uso di tecnologie più morbide, ma anche meno efficaci (scleroobliterazione dello stelo) con piccoli diametri delle principali vene safene, come prima fase del trattamento. Successivamente, in caso di risultati non soddisfacenti, utilizzare la termoblitterazione. Questo approccio può trovare i suoi sostenitori, soprattutto tra un certo numero di pazienti. Ma conosciamo tutti le difficoltà nel condurre una guida di luce laser e, inoltre, un catetere per RFO, dopo la scleroobliterazione venosa precedentemente eseguita. E il concetto "può essere utile" non funziona spesso.

Alexander Ivanovich Kirienko, Onorato Dottore, Accademico dell'Accademia Russa delle Scienze e dell'Accademia Russa delle Scienze Mediche, (Mosca), ha presentato il messaggio: “Come tratteremo il VTEC nell'era post-pandemia? Il problema VTEC è ancora più acuto dopo il Covid”.

Relazione dell'Accademico della RAS e della RAS Kirienko A.V. (Mosca)

Relazione dell'Accademico della RAS e della RAS Kirienko A.V. (Mosca)

 

Il problema delle complicanze tromboemboliche venose si è fatto particolarmente acuto dopo l'inizio della pandemia di Covid. Ciò è stato notato da entrambi i chirurghi alla reception nei policlinici statali e dai flebologi nello studio medico privato. Alexander Ivanovich ha presentato i dati mondiali e nazionali sull'aumento del numero di VTEC nei pazienti che hanno subito l'infezione da Covid. Cifre deludenti ci dicono che la profilassi anticoagulante delle complicanze tromboemboliche venose è consigliabile e giustificata.

Igor Anatolyevich Zolotukhin, flebologo, dottore in scienze mediche, professore (Mosca), ha presentato il messaggio: "VTEO: dove siamo ora e dove stiamo andando?"

Lo riferisce il professor I.A. Zolotukhin. (Mosca)

Lo riferisce il professor I.A. Zolotukhin. (Mosca)

 

Igor Anatolyevich ha annunciato le tendenze attuali nella diagnosi e nel trattamento delle complicanze tromboemboliche venose nella pratica clinica domestica.

Aleksandr Aleksandrovich Malinin, chirurgo vascolare, dottore in scienze mediche, (Mosca), ha presentato il messaggio: "Correzione emodinamica chirurgica del flusso sanguigno dovuta all'unifocalizzazione del deflusso venoso safeno collaterale". Alexander Aleksandrovich ha espresso i principi della correzione emodinamica nella sindrome post-trombotica modificando chirurgicamente il flusso sanguigno (unifocalizzandolo attraverso le vene perforanti nel sistema della vena safena). I dati forniti sui risultati di questo trattamento indicano un significativo effetto clinico positivo e un miglioramento della qualità della vita dei pazienti operati.

Boris Abovich Maslyansky, flebologo, angiochirurgo, (Gomel, Bielorussia), ha presentato il messaggio: "Malattia cistica dell'avventizia venosa: un caso clinico". Boris Abovich ha raccontato un caso clinico piuttosto raro e interessante di diagnosi e trattamento di una cisti dell'avventizia della vena femorale. Il paziente è stato operato con successo ed è stata ottenuta una regressione dei sintomi clinici. Nonostante la rarità dell'avventizia venosa cistica, questo caso non è unico. Pertanto, è necessario tenere conto di questa malattia nella ricerca diagnostica quando appare un edema unilaterale dell'arto.

Askhat Koishibaevich Sanbaev, chirurgo vascolare, flebologo, (Saratov), ​​​​ha presentato il messaggio: "Risultati dell'esame istologico della vena di un paziente con vene varicose degli arti inferiori dopo l'obliterazione del cianoacrilato".

Lo riferisce il chirurgo vascolare A.K. Sanbaev. (Saratov)

Lo riferisce il chirurgo vascolare A.K. Sanbaev. (Saratov)

 

Nel 2018 è stata eseguita l'obliterazione adesiva della vena grande safena. Il prelievo della sezione venosa per la valutazione morfologica è stato eseguito subito dopo l'intervento, e successivamente: dopo 1,3,6,12 e 24 mesi. L'esame istologico del materiale sezionale ci permette di fare luce sulla questione: cosa succede alla colla nel corpo umano dopo l'obliterazione del cianoacrilato. Ancora una volta, in piedi, applaudiamo alla dedizione del dottor Sanbaev e attendiamo con impazienza la continuazione dello studio.

Ekaterina Yurievna Chizh, chirurgo vascolare, flebologo, (Mosca), ha presentato il messaggio: "Esperienza di linfografia fluorescente utilizzando una soluzione fotosensibilizzante, apparato laser per la coagulazione e terapia fotodinamica in vivo".

Riferisce il flebologo E. Yu. Chizh. (Mosca)

Riferisce il flebologo E. Yu. Chizh. (Mosca)

 

Ekaterina Yurievna ha condiviso le prospettive per la diagnosi strumentale del linfedema mediante linfografia fluorescente utilizzando il fotosensibilizzatore Bremachlorin.

Ernest Anatolyevich Scheglov, dottore in scienze mediche, chirurgo vascolare, (Petrozavodsk), ha presentato il messaggio: "Simulatore per esercitare le abilità di applicazione di un bendaggio elastico". Conosciamo tutti i vantaggi delle calze a compressione rispetto alle bende elastiche. Tuttavia, ci sono situazioni in cui le bende saranno più rilevanti. Ad esempio, la presenza di edema instabile degli arti. E non tutti hanno l'abilità di bendare adeguatamente. Ernest Anatolyevich ha proposto un dispositivo: un simulatore per insegnare il bendaggio. Questo dispositivo è di notevole interesse teorico e pratico. Forse il potenziale clinico del dispositivo sarà realizzato nella pratica medica di massa.

Yuri Mikhailovich Stoyko, dottore in scienze mediche, professore, N.M. N.I. Pirogova, (Mosca), ha presentato il messaggio: "Caratteristiche dello stato funzionale dell'endotelio in pazienti con vene varicose C4 secondo CEAP dopo obliterazione laser endovenosa e farmacoterapia con sulodexide".

Il professor Yu.M. Stoyko riferisce. (Mosca)

Il professor Yu.M. Stoyko riferisce. (Mosca)

 

Yuri Mikhailovich ha parlato del razionale clinico per l'uso di sulodexide nei pazienti dopo EVLK.

Oksana Vasilievna Bukina, chirurgo vascolare, flebologo, candidato alle scienze mediche, (Tambov), ha presentato il messaggio: "Scleroterapia con teleangiectasia utilizzando una soluzione ipertonica di glucosio rispetto a soluzioni a bassa concentrazione di detergenti: risultati intermedi di uno studio clinico prospettico randomizzato".

Relazione del candidato di scienze mediche Bukina O.V. (Tambov)

Relazione del candidato di scienze mediche Bukina O.V. (Tambov)

 

Olga Vasilievna ha annunciato i risultati di uno studio clinico comparativo randomizzato prospettico. Lo studio ha valutato gli effetti della sclerobliterazione utilizzando una soluzione di glucosio al 75%, soluzione di 0,05%, 0,1% e 0,15% di sodio tetradecil solfato (fibrowina). Dai risultati dello studio si possono trarre le seguenti conclusioni: la soddisfazione per l'effetto clinico è stata maggiore nei pazienti sottoposti a scleroobliterazione utilizzando una soluzione di glucosio al 75% e una concentrazione minima (0,05%) di una soluzione di fibrovina.

Sergei Gennadievich Gavrilov, dottore in scienze mediche, professore, First City Hospital intitolato a NI Pirogov, (Mosca), ha presentato il messaggio: "Stratificazione del reflusso venoso pelvico in pazienti con vene varicose pelviche". Sergei Gennadievich ha annunciato i risultati di uno studio che ha esaminato la relazione tra la prevalenza e la durata del reflusso nelle vene pelviche con un sintomo di dolore pelvico. Lo studio ha mostrato che il tipo di reflusso venoso pelvico e la sua prevalenza hanno una correlazione diretta con la presenza e la gravità del dolore venoso pelvico.

Gennady Vladimirovich Krasavin, chirurgo vascolare, flebologo, (Yaroslavl), ha concluso il 2° giorno della conferenza con un messaggio: "Esperienza nell'uso dell'embolizzazione endovascolare degli afflussi delle vene iliache interne nella correzione del reflusso pelvio-perineale".

Il chirurgo vascolare V.G. Krasavin riferisce. (Yaroslavl')

Il chirurgo vascolare V.G. Krasavin riferisce. (Yaroslavl')

 

Gennady Vladimirovich ha condiviso la sua esperienza nel trattamento delle vene varicose vulvare e perineale utilizzando una combinazione di tecniche chirurgiche endovascolari e aperte. Il trattamento è stato effettuato con l'ausilio di embolizzazione dei vasi venosi bersaglio sotto controllo radiografico e miniflebectomia. Il risultato del trattamento è stato il sollievo dal dolore pelvico e dai sintomi della dispareunia, l'eliminazione delle vene varicose del perineo. Pertanto, i metodi di trattamento selezionati possono essere considerati uno dei principali approcci al trattamento delle vene varicose pelviche.

Come sempre, è stato piacevole parlare con altri flebologi di altre cliniche, città e paesi.

Fedorov D.A. e Raskin V.V. con flebologi russi al congresso AFR di Yaroslavl

Fedorov D.A. e Raskin V.V. con flebologi russi al congresso AFR di Yaroslavl